Casatenovo per il Tibet

Ultimo aggiornamento: 10:43, 9 Feb 17

Il sostegno del Comune di Casatenovo all'autonomia del Tibet






Quello tibetano è uno dei più atroci genocidi del nostro tempo. Il Tibet fu invaso e occupato tra il 1949 e il 1950 dalle forze armate del regime di Pechino, da quel momento violenze inaudite e brutali sono state perpetrate nei confronti dei tibetani: la distruzione di oltre 6.000 monasteri, l'incendio di centinaia di biblioteche, il saccheggio dei templi, la razzia dei tesori religiosi e culturali, esecuzioni sommarie, brutali repressioni, lo sterminio di oltre un milione di tibetani.

Il Consiglio Comunale di Casatenovo, con l'auspicio che la comunità internazionale si adoperi per il riconoscimento dei diritti del popolo tibetano, su invito della Regione Lombardia (delibera n. VII/0193 del 6/02/2001), con delibera n. 54 del 27/09/2001 ha deliberato all'unanimità l'esposizione della bandiera del Tibet all'interno della propria sala consigliare.
Tale bandiera resterà esposta sino a quando il Governo della repubblica Popolare di Cina e il Governo tibetano in esilio non avranno concordato un nuovo status che garantisca piena autonomia per il Tibet.

Per saperne di più:

http://www.italiatibet.org/

http://www.freetibet.org/

 
 

< Torna

Condividi su...